Saldatura per elettrofusione – Preparazione del tubo

Durante la fiera, ci siamo accorti che non esiste sempre un’ adeguata informazione tra gli operatori, per cui ecco alcuni punti importanti che devono essere assolutamente rispettati se si vuole fare un buon lavoro.

La presente documentazione è stata tratta dall’ ISTITUTO ITALIANO DEI PLASTICI – RACCOMANDAZIONE nr. 10 – del Giugno 1981 – Aggiornamento Maggio 1999 – Installazione di acquedotti di PE.

Saldatura per elettrofusione

Questo sistema di saldatura consente collegamenti fra tubo e tubo, fra tubo e raccordo, mediante elemento con resistenza elettrica incorporata.
Appartengono a questo sistema anche le saldature per la realizzazione di allacciamenti d’utenza mediante collari di presa con resistenza elettrica incorporata.

Saldatrici

L’apparecchio per saldare (saldatrice) è costituito da un dispositivo erogatore di energia che può essere a comando manuale, semiautomatico o automatico, caratterizzando i vari tipi di saldatrici.
Questi dispositivi regolano la quantità di energia in funzione a quanto viene loro richiesto dal circuito elettrico incorporato nell’elemento elettrosaldabile.
Ogni saldatrice deve essere impiegata solamente per i raccordi elettrosaldabili per cui è stata abilitata.
Non è possibile saldare elementi elettrosaldabili con saldatrici appartenenti a sistemi diversi.
Esistono in commercio specifiche apparecchiature “Polivalenti” che consentono di saldare elettrosaldabili appartenenti a diversi sistemi.

Preparazione della saldatura

L’esecuzione delle saldature deve essere eseguita in rispondenza alla norma UNI 10521. Deve avvenire in un luogo possibilmente asciutto, al riparo da agenti atmosferici sfavorevoli (pioggia, vento e umidità) ed a temperature ambiente comprese fra -5°C e +40°C. Ove ciò non fosse possibile, è indispensabile adottare opportuni accorgimenti atti a proteggere l’operazione di saldatura.

Prima delle operazioni di saldatura occorre:
– verificare le testate, affinché le estremità da saldare siano tagliate piane ed ortogonali al proprioasse;

– correggere le eventuali ovalizzazioni dei tubi superiori all’1,5%, mediante appositi congegni
arrotondatori e/o allineatori, onde riportare le dimensioni entro i valori tollerati;

– pulire con stracci o carte morbide, le parti da saldare eliminando tracce di fango, polvere, unto
ecc.;

– asportare lo strato di ossidazione superficiale sulle zone da saldare, sia dei tubi che dei codoli dei raccordi, immediatamente prima dell’operazione di saldatura mediante specifici raschiatori automatici, semiautomatici o manuali; questa operazione dovrà essere eseguita in maniera omogenea per esteso e per una superficie di 10 mm oltre la zona di saldatura, come testimone di raschiatura e per una profondità di 0,10 mm dello spessore della parete per diametri uguali o inferiori a 63 mm, 0,2 mm per diametri superiori a 63 mm.

NON E’ CONSENTITO L’UTILIZZO DI TELA SMERIGLIO, RASPE O ALTRI ATTREZZI DI FORTUNA PER L’ASPORTAZIONE DELLO STRATO DI OSSIDAZIONE.

– Pulire, se necessario, le zone raschiate mediante panni di cotone bianco o carta monouso ed apposito liquido detergente, e più precisamente:

• alcool isopropilico;
• cloruro di metilene;
• acetone;
• alcool etilico 98%.

L’uso di altri detergenti non è consentito.

– Pulire la parte interna dell’elettrosaldabile con il detergente e non raschiarla nel modo più assoluto.

– Segnare sulle testate da congiungere la profondità d’inserimento dell’elettrosaldabile mediante
una matita cerosa per circa 1/3 della circonferenza degli elementi da congiungere, inserire quindi
le testate nell’elettrosaldabile e bloccare la giunzione nell’allineatore.

– Verificare il corretto inserimento dell’elettrosaldabile sugli elementi da saldare e la loro coassialità.

-Eseguire l’operazione di saldatura attenendosi alle direttive impartite dal costruttore degli elettrosaldabili e della saldatrice.

-Lasciare bloccate le parti saldate fino al completamento dell’operazione di saldatura e mantenerle tali fino a raffreddamento avvenuto o comunque non inferiore a 20 minuti, evitando tutte le possibili sollecitazioni esterne.

NON SONO AFFIDABILI LE SALDATURE ESEGUITE NON TENENDO CONTO DELLE PRESCRIZIONI DI CUI SOPRA, OD OTTEMPERANDO SOLO PARZIALMENTE ALLE STESSE.

I parametri di saldatura adottati per l’esecuzione di ogni singolo giunto possono essere registrati in un verbale di saldatura.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: